Chişinău
Chișinău, in italiano Chisinau, è la capitale e la città più popolosa (723.500 abitanti) della Moldavia. La città è posta lungo il fiume Bîc, affluente del Dniestre e ha una superficie di 120 km² (l'intero distretto municipale ha una superficie di 635 km²). Si trova a 85 m s.l.m.


VOLI ECONOMICI E VACANZE ECONOMICHE PER CHISINAU
Se dobbiamo incontrarci nel centro di Chisinau, nella maggior parte dei casi diremo: "incontriamoci a Stephen the Great Monument" o nel "Stephen the Great Park", o in uno dei luoghi in Stephen the Great Boulevard, che si estende per oltre 3,8 km nel cuore della capitale. E in tutto il paese, le strade principali della maggior parte delle città, sono chiamate Stefano il Grande. 

GIARDINO PUBBLICO DI STEFANO IL GRANDE
Il giardino pubblico "Stefano il Grande" è il parco più antico progettato e organizzato in modo classico a Chisinau. Si ritiene che sia stato piantato nel 1818. In effetti, il piano fu redatto da Ozmidov negli anni 1816-1817, l'architetto e ingegnere catastale della Bessarabia in quegli anni. I lavori principali iniziarono nel 1825, quando l'ingegnere catastale Bogdan Eitner ne tracciò i vicoli, furono piantati alberi e arbusti, tra cui 1.000 alberi di acacia. Il Giardino Pubblico acquisì la sua forma definitiva nel 1835. Successivamente apparvero gli ingressi, due fontane artesiane con una profondità di 13 mt, padiglioni ricreativi, arbusti e due orologi. 
L'accesso al parco è a pagamento. Fino al 1863, il parco era circondato da una staccionata in vimini, sostituita da una in legno, poi da un muro di pietra, per decisione del Comune, e infine da una recinzione in ghisa progettata da Alessandro Bernardazzi. Nel 1885 qui fu installato il monumento di Aleksandr Pushkin e nel 1928 quello di Stefano il Grande. Nel 1958 fu allestito il Vialetto dei Classici con 12 busti delle principali figure della letteratura romena e moldava del XX secolo. 

STEFANO IL GRANDE: LA STATUA
Il monumento è stato realizzato nel periodo 1925-1928 dallo scultore Alexandru Plamadeala e collocato nel parco "Stefano il Grande". Il monumento fu fuso a Bucarest nella fonderia di Riscanu nel 1927, dal bronzo di sei grandi cannoni catturati dagli Ottomani durante la guerra russo-turca del 1877-1878. Fu inaugurato il 29 aprile 1928, in occasione del decimo anniversario dell'Unione della Bessarabia con la Romania, montato su un piedistallo di pietra estratta dalla cava di Cosauts, progettato da E.A. Bernardazzi, l'architetto di Chisinau, e dall'ingegnere G. Levitchi. Il monumento era alto 11,20 metri. Il piedistallo era composto da cinque pietre monolitiche ed era alto sei metri. La statua è alta 5,20 metri. L'iscrizione sulla facciata principale era: "Stefano il Grande - Sovrano della Moldova. 1457-1504". 
Dopo l'ultimatum sovietico del 1940, la statua fu trasportata a Vaslui, dove fu installata vicino alla Chiesa di San Giovanni, fondata dal grande Voivoda. Nell'agosto 1942, la statua fu reinstallata a Chisinau, di fronte all'Arco di Trionfo. Nel 1944 la statu fu nuovamente evacuata, trasportata a Craiova. Nel 1945, la scultrice Claudia Cobizeva (1905-1995), studentessa dello sculturo Al. Plamadeala, allora traduttore presso la Commissione Alleata (in effetti sovietica) di controllo, vide per caso la statua di Stephen in un aprco a Craiova e ne informò le autorità sovietiche. La statua è così tornata a Chisinau come bene culturale portato fuori dall'URSS. Nel 1971 si decise di restaurare e installare un nuovo piedistallo che corrispondesse all'idea dell'autore. Nel 1972, la leadership del paese decise di sbarazzarsi del monumento "scomodo", desiderando rimuovere il monumento dalla città, ma dopo le proteste dei patrioti, fu lasciato nel Giardino Pubblico, ma spostato di 18 metri più avanti nel parco e posto su un semplice piedistallo di cemento. Il monumento di Stefano il Grande è stato restaurato negli anni 1942 e 1945, così come nel 1990, dal Complesso di Restauro del Ministero della Cultura della Moldava. Nel 1990 il monumento è stato trasferito. Anche il nuovo piedistallo è stato realizzato in pietra di Cosauti dall'architetto Eugen Bernardazzi, figlio di Alexandru Bernardazzi. Una volta che il monumento è stato reinstallato, le iscrizioni originali sono state ripristinate.

STEFANO IL GRANDE BOULEVARD
Si trova tra Piazza della Libertà e Piazza Dimitrie Cantemir, è lunga 3,8 km ed è la più importante autostrada urbana, l'asse principale di Chisinau, lungo il quale si travavano le più importanti cittadine di vita sociale e politica, economica e culturale. Il Boulevard è la strada più importante del Paese da un punto di vista simbolico. Qui si sono svolti i principali eventi sociali e politici nella Repubblica di Moldova o in Bessarabia.

QUATTRO MUSEI DA VISITARE NEL CUORE DI CHISINAU
Comunicano la storia della nostra nazione attraverso oggetti e immagini, respirano arte, tradizione e storia e le visite a questi edifici possono equivalere a dozzine di libri o lezioni. Nella nostra fretta quotidiana e nella moltitudine di compiti all'ordine del giorno, spesso dimentichiamo questa parte della vita: la cultura. Che tu sia un nativo o un visitatore di Chisinau, che ne dici di dedicare un fine settimana a un itinerario attraverso il centro di Chisinau per visitare i musei. Un'attività interessante per tutta la famiglia. 

 

Destinazioni